Newsletter

Name:

Email:

menuinforma






Consigli

Consumare frutta e verdure di stagione
Leggi tutto...

MediaCenter

Magazine Salute benessere Dott. E. Palmeri 1^pMagazine Salute benessere Dott. E. Palmeri 1^p :: Studio Progetto Med.I.Co.

News

24/10/2012
Madre Terra:alimentazione, agricoltura ecosistema
  Bio tHree - "Madre Terra: alimentazione, agricoltura ed ecosistema" La...
Leggi tutto...
20/09/2011
CONGRESSO SIGO
RIUNIONE SIGO - UNICEF SUI PROGETTI DI COLLABORAZIONE: I ginecologi e i...
Leggi tutto...
Banner
bg_home_images

elogiodellomeopatia

Giovedì 19 novembre 2015 alle ore 18, presso la libreria Feltrinelli Libri e Musica di via Cavour 133 a Palermo, il Dott. Giovanni Gorga, Presidente Omeoimprese, presenta il suo libro "Elogio dell'omeopatia", edito da Cairo.
Interverrà con l'autore il Dott. Edmondo Palmeri, Commissione Medicina non Convenzionale dell'Ordine dei Medici di Palermo

Estate, per molti sinonimo di abbronzatura, mare e relax!

img 6295

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con l'arrivo dell'estate sottoporsi a lunghe esposizioni al sole sembra una soluzione irrinunciabile per ottenere un colorito sano e dorato che ci fa sentire tutti più belli e in forma.

È ormai risaputo che i raggi solari, in particolare le radiazioni ultraviolette (UV) sia di tipo A che di tipo B, possono provocare danni cutanei distinguibili in danni acuti come l’eritema e danni cronici come il fotoinvecchiamento e la formazione di tumori cutanei.


Un’esposizione al sole ragionata e moderata permette di prevenire e limitare tali danni e di godere solo dei benefici del sole.

Per prevenire i danni alla pelle è fondamentale, però, seguire delle norme nell’esposizione al sole che  se “selvaggia” , senza regole e senza la giusta protezione, se ripetuta per anni, lascia segni indelebili anche sulla pelle più bella. Questo fenomeno si chiama foto-aging,  processo biologico attraverso il quale i raggi solari provocano un precoce invecchiamento, e spesso anche profondo, della struttura cutanea.



Possiamo, quindi, abbronzarci?   Certo, ma vediamo come e in che modo: 


- Durante il primo periodo, non superare l’ora di esposizione al sole al giorno (30 minuti al sole intenso). I melanocitii, oltre questo tempo, si saturano e non producono altra melanina. Dopo i primi giorni, si può aumentare la durata dell’esposizione, sempre facendo attenzione a proteggersi.

 


- Evitare l’esposizione tra le ore 12 e le ore 16. Durante queste ore, l’irraggiamento solare è all’apice della sua intensità. Anche all'ombra l'intensità può essere circa il 50% di quella della luce diretta, mentre il riflesso sulla sabbia della spiaggia può intensificare l'intensità di circa il 30% .


- Tenere presente che ogni carnagione ha bisogno di un certo tipo di protezione. Per le pelli chiare, è consigliabile l'utilizzo di un filtro molto alto, anche con un SPF (Solar Protect Factor – fattore di protezione) 50. Per le pelli olivastre, o già abbronzate, un PF 5 può essere già sufficiente. Con una protezione più alta occorre più tempo per abbranzarsi, ma il risultato è che si potrà contare su un'abbronzatura più sana, più sicura e più duratura.

 

- E’ assolutamente sconsigliato cospargersi viso e corpo con essenze profumate quando ci si espone al sole. Certe sostanze chimiche, interagendo con il sole, si trasformano in veri e propri veleni aggressivi e tossici per la pelle. 

 

- Utilizzare cappello e occhiali da sole con lenti omologate, in grado di filtrare gli UVA e gli UVB;

 

 

- Il sole disidrata in profondità il nostro corpo. Durante l’esposizione solare è necessario bere tanto e spesso per evitare la disidratazione. Prestare particolare attenzione alle persone anziane, che hanno una sensazione di sete ridotta, ed ai bambini piccoli che si disidratano più facilmente.

 

 

tavolo buffetDistricarsi fra pranzi natalizi, cenoni, cotechini, torroni e panettoni! Come si fa? Le feste! belle per lo spirito, ma per il corpo? Per rimettersi in formabastano pochi accorgimenti.


Innanzi tutto bisogna incrementare il movimento, soprattutto nei giorni che seguono le "grandi abbuffate"; scegliere di fare le scale, iniziare la giornat con una corsetta, andare in palestra con più assiduità. 
Per quanto riguarda l'alimentazione quotidiana, ecco alcuni suggerimenti.
. Bere molta acqua, moderare il consumo di superalcolici, bevande gassate e zuccherate, succhi di frutta in genere.

. Mangiare senza esagerare.

. Utilizzare frutta, verdure e ortaggi: grazie alle fibre e all'acqua di cui sono ricchi, ci aiutano a saziarci.

. Preferire la cotture al vapore o al forno, evitando le fritture.
.  Usare poco sale (preferire quello marino integrale).

. Prediligere il pesce piuttosto che la carne

. Limitare i condimenti grassi: utilizzare olio extravergine di oliva crudo.

. Evitare per un pò,  i salumi e i formaggi soprattutto quelli grassi.

. Accompagnare i primi piatti a pranzo e i secondi a cena con abbondanti porzioni di insalata mista cruda o verdure e ortaggi cotti.

E, se vuoi personalizzare il tuo programma alimentare, incontriamoci!

Per una consulenza medico-nutrizionale puoi incontrarmi presso

- STUDIO MED.I.CO. Medicina Integrata Complementare

Via Valdemone, 14

Tel. 091.304115 - 328 7159211 - PALERMO

- CENTRO MUZZETTA

Via Sottotenente Grasso n.8

Tel. 095.7511385 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)

 

<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 2